Archivio    
N.1 luglio 2012 N.2 dicembre 2012 N.3 settembre 2013 N.4 agosto 2014 N.5 dicembre 2014 N.6 luglio 2015
 
N.7 luglio 2016 N.8 dicembre 2016 N.9 luglio 2017 N.10 dicembre 2017
 
  Editoriale  |   Consiglio direttivo Telese Terme: gennaio 2017
Consiglio direttivo Milano: giugno 2017
Assemble Ordinaria: Telese Terme 2017 |  Info - Pro memoria
Grandi cose ha fatto il Signore per noi
 
 
 
   
  APPUNTAMENTI 2017
20 novembre: Oropa (Bl), Santuario, ore 18:00 Consiglio Direttivo;
21/22 novembre 2017: Oropa (Bl), Santuario, Assemblea Ordinaria;
22 gennaio 2018: Roma, Casa Bonus Pastor, Riunione del Collegio dei Probiviri e delle Commissioni CNPI;
22 gennaio 2018: Roma, Casa Bonus Pastor, Consiglio Direttivo;
23/24 gennaio 2018: Roma, Casa Bonus Pastor, Assemblea Elettiiva.
 
     
     
  QUOTA ANNO 2017
Ricordiamo alle organizzazioni che non lo avessero ancora fatto, a voler provvedere a versare la quota per l’anno 2017 che resta invariata. Chiedere alla segreteria le nuove coordinate bancarie
 
     
     
 
OROPA
Il Santuario di Oropa dedicato a Nostra Signora di Oropa si adagia maestoso nella stupenda conca d’Oropa, a quota 1200 metri. Il complesso del Santuario dista una decina di Km da Biella. Il Santuario è costituito da un maestoso complesso di edifici, frutto dei disegni dei più grandi architetti sabaudi che hanno contribuito a progettare e a realizzare l’insieme degli edifici, tra la metà del XVII e del XVIII secolo.
Una imponente doppia fila di fabbricati ornati di archi e portici, sale lungo la china della montagna e racchiude quattro ampi piazzali a terrazza, che si susseguono. Oltre alla bellezza della costruzione, gli edifici sono stati concepiti con un forte senso pratico adeguato alle esigenze della montagna. Ampi portici, loggiati e gallerie consentono ai pellegrini, anche nei tempi invernali o nelle giornate di pioggia, di spostarsi, al riparo, in tutto il Santuario e accedere alla Basilica Antica, ai locali di ristoro, agli alloggi, ai negozi. Secondo la tradizione l’origine del Santuario è da collocarsi nel IV secolo, ad opera di S. Eusebio, primo vescovo di Vercelli.
La statua lignea, alta mt 1,32, rappresenta la Madonna nel mistero della presentazione del Bambino al Tempio e della sua Purificazione. Infatti il Bambino reca la colomba e la Vergine stende il braccio destro con la palma della mano a racchiudere le monete dell’offerta. (Il prezioso pomo in oro, sormontato dalla croce tempestata di diamanti, che porta ora è un oggetto votivo posteriore).
 
     
 
Valid XHTML 1.0 Transitional
CSS Valido!